Delitti e Canzoni

Ascolta le canzoni dell'album

Track list and time:


  1) NON C’E’ MILANO ed. Catartica   -   4.14
  2) ESCI DIABOLIK    -     3.56       
  3) IL TEMPO E’ DEI FILOSOFI    -  3.11          
  4) DIVORZIO MESSICANO    -   4.05         
  5) PALACINKA (La danza del pendolare)  -  3.40          
  6) CHE IL MONDO SE LA CAVI COME VUOLE  -   4.11
  7) CRONISTA DI NERA   -   4.17
  8) LA BALLATA DEL CERUTTI ed. Ricordi   -   3.03
  9) A VOLTE SONO I NOMI (dedicata a Peppino Impastato)  -  4.45
10) SONO SOSPETTOSO   -  2.49
11) L’ASSASSINO CANTAUTORE    -  3.57
12) L’AGO DI  PIAZZA CADORNA – strumentale  -  0.37

 

Testi di Fabrizio Canciani - Musica di Stefano Covri

Tranne “La ballata del Cerutti” di Gaber-Simonetta edizioni Ricordi. Arrangiamento Stefano Covri.
Si ringrazia Paolo Dal Bon e la Fondazione Gaber.

Grazie anche a Mario Gomboli di Astorina per averci permesso di celebrare le gesta di Diabolik.

I disegni sono di Tiziano Riverso

 Note di copertina

NON C’E’ MILANO


Fabrizio Canciani: voce
Stefano Covri: voce, chitarre acustiche, basso, percussioni
Gino Carravieri: batteria
Guest Carlo Pastori: fisarmonica

ESCI DIABOLIK


Fabrizio Canciani: voce
Stefano Covri: voce, chitarre
Gino Carravieri: batteria
Dario Polerani: contrabbasso

Cori di Ennio Morricone tratti dal brano “Under wah-wah” colonna sonora del film “Diabolik” di Mario Bava del 1967

 

IL TEMPO E’ DEI FILOSOFI


Fabrizio Canciani: voce
Stefano Covri: voce, chitarre, basso,
Gino Carravieri: batteria
Andrea Rapisarda: Fender Rhodes

DIVORZIO MESSICANO


Fabrizio Canciani: voce
Stefano Covri: voce, chitarre, ukulele
Gino Carravieri: batteria, percussioni
Dario Polerani: contrabbasso
Max De Bernardi: chitarra National, ukulele
Guest Raffaele Kholer  alla tromba
PALACINKA (La danza del pendolare)
Fabrizio Canciani: voce
Stefano Covri: voce, chitarre, basso, percussioni, cori
Max De Bernardi: mandolino, chitarra acustica soli
Angapiemage Galliano Persico: violino

 

CHE IL MONDO SE LA CAVI COME VUOLE


Fabrizio Canciani: voce
Stefano Covri: voce, chitarre
Andrea Rapisarda: pianoforte
Guest Andrea Vandoni al violino

CRONISTA DI NERA


Stefano Covri: voce, chitarra
Andrea Rapisarda: pianoforte
Gino Carravieri: batteria
Dario Polerani: contrabbasso

La voce iniziale è di Humphrey Bogart tratta dal film “Deadline U.S.A.”
(in Italia “L’ultima minaccia”) di Richard Brooks del 1952

LA BALLATA DEL CERUTTI


Fabrizio Canciani: voce
Stefano Covri: voce, chitarra, cori
Gino Carravieri: batteria
Dario Polerani: contrabbasso

A VOLTE SONO I NOMI


Fabrizio Canciani: voce
Stefano Covri: voce, chitarre, basso, percussioni
Gino Carravieri: batteria
Max De Bernardi: chitarra National

La voce finale è di Peppino Impastato tratta da “Onda Pazza. Trasmissione
satiro-schizo-politica sui problemi locali”. Trasmessa da Radio Aut nel 1978. Sigla della trasmissione: “Facciamo finta che...” di Umberto Simonetta, Maurizio Costanzo, Franco Pisano (1975) cantata da Ombretta Colli

 

SONO SOSPETTOSO


Fabrizio Canciani: voce
Stefano Covri: chitarra acustica
Angapiemage Galliano Persico: violino

L’ASSASSINO CANTAUTORE


Fabrizio Canciani: voce
Stefano Covri: voce, chitarre, basso, percussioni, cori
Gino Carravieri: batteria
Max De Bernardi: chitarra National, ukulele

L'AGO DI PIAZZA CADORNA strumentale


Stefano Covri: chitarre, basso, percussioni

 


“NON C’E’ MILANO” ed. Catartica s.r.l.


Produzione artistica e arrangiamenti Stefano Covri
Consulenza al mixaggio per le tracce1, 3, 4, 6 di Andrea Rapisarda

Registrazioni e mix effettuati da Stefano Covri presso la “Stanza dei Rumori” di Milano

La batteria è stata registrata alla “Tana di Gino” di Rozzano (Mi)
Il pianoforte è stato registrato al “Piano Lab Studio” di Andrea Rapisarda - Milano

Mastering effettuato da Christian Alati presso “Codhouse” Recording & Mastering Studio - Milano

Stefano Covri usa:
chitarra acustica Martin HD28 anno 1981
chitarra acustica Maton EBG808 “Artist Custom” anno 2001
chitarra classica del liutaio Luciano Bottelli anno 1993
chitarra semiacustica Ibanez AE 200 serie Artstar anno 1988
chitarra solid body Ibanez mod. 2375 anno 1977
chitarra ukulele Mahalo
basso Yamaha mod. BB 3000 di Dario Polerani

Fabrizio e Stefano ringraziano: tutti i fratelli musici che hanno partecipato ai delitti e alle canzoni. Gli amici che ci sostengono: Luca Crovi Cesare Gallarini, Gipo Gurrado, Giangilberto Monti, Alberto Patrucco, Tiziano Riverso, Renato Trinca, Dado Tedeschi, Henry Zaffa.

Fabrizio ringrazia: Anna, Arianna, Alessandro per il sostegno, e poi (in ordine molto sparso) Tecla Dozio, Ray Cooder, Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, i ghisa, Humphery Bogart, Daniela Basilico, William Shakespeare, l’Olona, Walter Valdi, Peppino Impastato, Flavio Oreglio, le sorelle Giussani, David Byrne, François Truffaut, I Gufi, Veronica Todaro, Francesco Guccini, i pendolari, Ferruccio Soleri, il campari spruzzato, Giorgio Strehler, Claudio Porchia.
E: “ne ho vedute tante da raccontar, giammai gli elefanti volar” (Walt Disney)

Stefano ringrazia: Dario, ti voglio bene; poi (in disordine) il Pollo, James Taylor, il lambrusco mantovano, Stefano Benni, Franco Cerri, Francesco De Gregori, Steve Howe,  la mia bicicletta, CS&N, Matteo del Fanfula, l’Oreglio, Herman Hesse, il Pierino, Lucio Dalla, il Lupi, Basilio Rizzo, il Gino,  Concenedo, la Tecla, Svampa e Patruno, qualcuno (che) volò sul nido del cuculo, Veronica Todaro, Kit Carson, il Rap, ViCon Audrey.
E: “dove le parole finiscono, inizia la musica” (Heinrich Heine)

AUDIO VIDEO TRAILER:

Montaggi di Fabrizio Canciani

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo